Le ultimissime di Noi non ci lasceremo mai

“Non spiega nulla, questo libro: racconta. Eppure è una lezione. Quando arrivi alla fine te ne rendi conto. Che mentre leggevi hai pensato anche alla tua di storie, alla tua fortuna, a quello che dovresti fare. Alle priorità. E capisci. Perché in mezzo ci sono stati momenti in cui ti sei chiesto se davvero era giusto scrivere di tutto quel dolore. Per molta parte questo libro è straziante. Lo è per tutti, immagino. Anche per chi il Bovo lo ha solo visto in Tv. Quindi ancora di più per chi lo ha conosciuto, fosse anche solo superficialmente, e gli vuol bene. Del resto era facile. Per via della sua simpatia. Perché non ti ci voleva nulla a renderti conto che era uno vero. Perché – e questo è il mio ricordo più forte – quando ti chiedeva“come stai?” intendeva veramente chiederti come stai. Gli interessava. Quindi avvicinandoti alla fine
del libro ti rendi conto che era giusto passare in mezzo a tutto quel dolore. Per capire di più su da dove arriva – da quella storia d’amore così bella - la misteriosa la forza di Federica. E cercare di prendertene almeno un po’. Capisci che è per questo, soprattutto, che hai aperto il libro e ci sei arrivato in fondosenza smettere di leggere nemmeno per un attimo. Almeno a me è successo così.”